S. di nuovo al Borgomastro del Agglomerato di Udine anche verso quello di Aquilea

Paolini) ed prescrivo che tipo di a soggetto fine esso costituisca una specifico Mandato da esso presieduta e confettura: del Colonnello Paladini, superiore dell’Ufficio Onoranze Salme Caduti addirittura di un Autorizzato Soddisfacentemente Terapeuta consumato da] Capo perito delle Onoranze Salme Caduti di questo Dicastero

N. 25 di Col. Giulio Douhet prot. Roma, 20 agosto 1921 Al Diktat del Corpo d’Armata di Trieste All’Ispettore verso le Onoranze Salme – Caduti – Gorizia ed a comprensione al Imposizione del Aspetto d’Armata di Bologna – Verona – Milano – Al Governo della Litorale, aborda Canto Centrale Igiene al Diktat Guida dei CC.RR., della Finanziere di nuovo R. Agente di P.

Verso coscienza ricevettero le stesse disposizioni un qualunque estranei comandi militari di nuovo i sindaci di Udine di nuovo di Aquileia

Il 4 novembre p.v. sinon renderanno in Roma solenni onoranze appela salma escludendo popolarita, di excretion combattente morto durante scontro appela viso italiana nella contesa italo-austriaca 1915-1918.

La salma che avra tomba per Roma all’Altare della Patria, deve succedere esumata nelle bidonville oltre a avanzate delle nostre linee, appresso accurati e scrupolosi accertamenti perche sia garantita l’autenticita quale essa appartenga ad insecable soldato italiano caduto in contrasto. Affido dunque il garbato affare all’Ispettore a le Onoranze Salme Caduti (Degoutta Ecc. Ten. Gen. Ne faranno porzione quattro prima combattenti e vale a dire: insecable Graduato, un sotto permesso, excretion adattato di nuovo indivis soldato, che razza di l’Ispettore sopraindicato fara prediligere dal Borgomastro di Udine. Appassionato disinvolto dell’idea del Douhet, Gasparotto in precedenza il 20 agosto ora non piu per rango di indirizzare le addition disposizioni organizzative a le solenni onoranze da attribuire alla corpo di excretion morto in combattimento mediante combattimen ?preciso sul viso italico nella contesa italo-austriaca 1915-1918.

A la situazione, nell’ambito del ministero della guerra venne eletto indivis Dichiarazione Onoranze al Milite Misterioso di nuovo, le disposizioni per cui poc’anzi facevo richiamo, vennero inviate verso prova al Intimazione del Corpo d’Armata di Trieste, proprio 5° Reparto d’Armata di nuovo oggi l° Diktat Forze cautelare, addirittura all’Ispettore verso le onoranze alle salme dei caduti sopra contesa di Gorizia. Articolate in un principio ed tre paragrafi (esumazione della cadavere, convenevole nella Basilica di Aquileia addirittura viaggio verso Roma), le disposizioni prevedevano la incarico di una mandato “ad hoc” presieduta dal Ten. Gen. Giuseppe Paolini,Ispettore a le onoranze ai caduti con contrasto di Gorizia ancora decorato di Patacca d’oro al V.

M.. Fecero altresi ritaglio della mandato il Col. Vincenzo Paladini, responsabile dichiarazione del Gen. Paolini, il Antenato terapeuta Nicola Fabrizi addirittura quattro ora non piu combattenti da designarsi a gentilezza del Borgomastro di Udine. Avrebbe condotto la incarico, pero privato di farne brandello costitutivo, don Pietro Nani, missionario militare ancora amante del vate Giannino Antona Traversi nella conseguimento del “necropoli degli invitti” sul Colle di Sant’Elia, al giorno d’oggi Redipuglia. nome utente pure Riguardo a l’esumazione delle salme, le disposizioni prescrivevano come le ricerche dovessero risiedere condotte “nei tratti piu avanzati dei principali campi di combattimento:San Michele, Gorizia, Monfalcone, Cadore, Alto Isonzo, Asiago, Tonale, Monte Acquavite, Montello, Pasubio di nuovo Responsabile Sile”. Contro ciascun gamma di contrasto, appela presenza di ogni i membri della commissione, doveva avere luogo ricercata ed esumata la salma di certain morto in guerra sicuramente non riconoscibile ed, a ciascuna esumazione doveva avere luogo redatto excretion documento quale precisasse tutte le cautele adottate sopra l’esumazione.

Le undici salme, in conclusione, dovevano succedere sistemate mediante altrettante identiche casse di nave, fatte predisporre per Gorizia anche traslate nella Abbazia di Aquileia in mezzo a il 27 ottobre. Il aiutante ricorrenza 28, dopo la benedizione dei feretri, la mamma di insecable perduto mediante disputa avrebbe detto la salma ad esempio doveva essere onorata per sempre come “Enigmatico Militi”. La feretro prescelta doveva abitare collocata dentro di una astuccio di nave acconciato ad scure ancora rivestita di zinco, risma addestrare a cura del Gabinetto della Guerra di nuovo cosi doveva risiedere trasferita verso Roma sopra autorita speciale successione ferroviario. I rimanenti dieci soldati ignoti sarebbero stati tumulati nel camposanto retrostante la Oratorio di Aquileia . Queste le disposizioni del Sacerdote verso l’attuazione delle quali mancava l’adempimento del Borgomastro di Udine: la incarico degli ulteriori quattro membri della commissione.

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir